• AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2
  • AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2

Thorsten Kirchhoff

L’Albero della Cuccagna  Passi felpati 2015

VENAFRO (Isernia)

Castello Pandone   Museo nazionale del Molise

18 ottobre 2015 – 22 febbraio 2016    

Nel suo lavoro presentato a Venafro Thorsten Kirkhhoff assembla immagini e materiali come in un montaggio cinematografico. Su un tappeto “pregiato” sono riversati con un gesto risoluto (e generoso) 1000 ombrellini da cocktail con accanto un frullatore e tutto avvolto da un fruscio audio di una radio lontana e distorta. Una gigantesca festa andata troppo male o forse troppo bene. Si potrebbe parlare di un equilibrio a rischio di  ipertrofia. Un prima o dopo la tempesta. Una situazione drammatica e grottescamente comica. Chi si ferma è perduto. (beniculturali.it)

L'artista

Nato nel 1960 a Copenaghen, vive e lavora dal 1984 a Roma.

Nel suo lavoro Kirchhoff assume una raffinata e ironica posizione, provocatoria e surreale allo stesso tempo, combinando film, suono e pittura con un linguaggio e uno stile che producono sempre risultati inediti. Il suo approccio singolare abbraccia il modernismo, mentre trova spazio per il paradosso e il lato oscuro della vita umana. Kirchhoff fa uso di quadri, installazioni e soprattutto del cinema nella sua esplorazione di un'infinita serie di emozioni, facendo del capovolgimento di senso delle cose familiari quasi una regola. Attinge a piene dalle logiche del montaggio cinematografico per accostare elementi apparentemente privi di attinenza.