• AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2
  • AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2

Franco Losvizzero

L'Albero Sibilante Della Cuccagna 2015 

MONTEFORTINO (Fermo)

Roccaccia Vetige, Parco Nazionale dei Monti Sibillini

10 ottobre 2015


Un grande ulivo bianco, essiccato, quasi marmorizzato, sulla cima di una montagna, solo,  tra la valle dell'inferno e quella dei santi, sui Monti Sibillini, vicino ad una torre del 1200, diventa il luogo prescelto per l'istallazione dell'artista.

Produrre un albero sibilante come i canti/suoni che ancor oggi si odono nella valle (per alcuni sono rocce calcaree che suonano col vento, per altri "Sibille", streghe e riti antichissimi che ancora oggi si consumano nella valle sottostante) è il modo per Losvizzero di raccontare la magia di un luogo che unisce ritualità, storia e leggende che attraversano i secoli e il suo mondo interiore fatto di sussurri e memorie dell'inconscio profondo.

L'Albero della Cuccagna di Franco Losvizzero prevede la sospensione di 11 teste-appese, come palle di Natale, all'albero tricentenario sulla punta del monte; mostri, tra animali e figure antropomorfe, come nella poetica di Losvizzero, con all'interno dei fischietti a ultrasuoni. La morfologia dei volti farà in modo di rivolgere i visi verso il vento e un canaletto della bocca farà in modo di far risuonare il loro "sibilo" in tutta la vallata. L'albero sarà esposto a venti e come un faro visibile da tutta la vallata risuonerà al ritmo delle raffiche di vento.



L'artista

Artista, vive e lavora tra Roma (dove nasce nel 1973), Venezia e New York.

Il suo vero nome è Andrea Bezziccheri che utilizza per le regia cinematografica.

L'arte di Losvizzero si distingue sin dall'inizio per l'uso di congegni meccanici e per l'ibridazione tra giocattoli pop e umanoidi surrealisti. L'artista lavora con diversi mezzi espressivi, ha esposto principalmente sculture meccaniche e installazioni, anche se il disegno e la pittura rimangono, sin dall'Accademia, al centro della sua ricerca. Le opere, che si tratti di istallazioni, video, fotografia o disegno, evocano spesso figure rassicuranti: giocattoli, favole per bambini, carillon alterati nell'essenza... o nell'apparenza, capaci di risvegliare suggestioni dell'infanzia e inquietudini sopite. I materiali trattati sono diversi tipi di plastica e resina ma, in particolare, è un "materiale plastico ceroso" di sua invenzione a caratterizzare la maggior parte delle sue sculture e bassorilievi su carta e dipinti.