• AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2
  • AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2
  • AOSTA_Marzia Migliora_Castello BARD2

Remo Salvadori

Continuo infinito presente 201

NUORO

MAN  Museo d'arte della provincia di Nuoro

10 ottobre 2015 – 22 novembre 2015 

Nella prima metà degli anni Ottanta Remo Salvadori realizza la prima versione di Continuo infinito presente. Un’opera circolare, composta da un intreccio di fili in acciaio, ispirata dalla possibilità di una creazione priva di rotture, senza soluzione di continuità, orientata a un’armonizzazione delle dimensioni spaziale e temporale. Dal momento della sua prima esecuzione, il lavoro diventa elemento costitutivo del linguaggio e della poetica dell’artista, trovando in seguito nuove forme di sviluppo, con dimensioni e spessori variabili, sia all’interno di musei e gallerie, sia all’esterno, come opera d’arte pubblica.  

Per il Museo MAN Remo Salvadori ha immaginato una costruzione partecipata dell’anello.

L'artista

Nato a Cerreto Guidi, a pochi chilometri da Vinci, si è poi trasferito a Firenze per studiare all'Accademia. Infine è andato a Milano, nel 1972. Numerosi viaggi gli hanno aperto nuove prospettive, oltre alle già ricche radici della sua terra. Il Pontormo, il Passignano, il Cigoli...l'arte del passato punteggia i borghi e le chiese del territorio in cui Salvadori è cresciuto.

Vive l'arte come una sorta di rivelazione che matura lentamente dentro, fino a quando non si fa chiara e manifesta. L'arte è conoscenza acquisita attraverso un processo interno. L'incontro, la processualità ne rivelano l'intima essenza.